No sprechi

consigli pratici per risparmiare energia

Il risparmio energetico è possibile anche nelle piccole azioni quotidiane.

Modificando le nostre abitudini o prestando attenzione a piccoli gesti comuni possiamo ridurre la dispersione energetica e risparmiare sulla bolletta.

Ecco alcuni consigli utili e applicabili tutti i giorni.

Illuminazione

  • Utilizzare sempre lampadine a risparmio energetico, cambiando eventualmente quelle ancora a incandescenza presenti in casa. Importante nella scelta anche il livello di illuminazione garantito, che non deve essere superiore alle reali necessità dell’ambiente.
  • Evitare l’utilizzo di illuminazione artificiale se quella solare può essere sufficiente. Ricordarsi di spegnere la luce della stanza da cui stiamo uscendo, a meno che non siamo sicuri di rientrarvi dopo pochissimo tempo: accenderle e spegnerle in continuazione ne riduce la durata nel tempo.
Elettrodomestici
  • Scaldabagno: è opportuno regolarne la temperatura massima sui 60°C in inverno e sui 40°C d’estate, oltre a farne un uso moderato: salvo particolari esigenze, è possibile garantire il fabbisogno di una famiglia di 3-4 persone con la sola accensione notturna.
  • Frigorifero: posizionarlo lontano da fonti di calore che possano ridurne l’efficienza.
  • Lavatrice/lavastoglie: effettuare lavaggi solo a pieno carico, possibilmente evitando il prelavaggio.
  • Asciugare i propri panni all’aria esterna piuttosto che ricorrere a un’asciugatrice.
  • In generale, collegare a una ciabatta più elettrodomestici (ad esempio televisore, lettore dvd, decoder vari ecc.) in modo da poterli spegnere del tutto quando inutilizzati per molte ore. Anche il solo stato di stand-by rappresenta un consumo che a fine anno può incidere sulla nostra efficienza energetica.
  • Computer: abilitare la modalità “risparmio”.

Caldaie e riscaldamento

  • Regolare la temperatura interna all’abitazione non oltre il 19 gradi. E nella notte impostare una temperatura inferiore, intorno ai 10 gradi: permette un risparmio ed è più salutare.
  • Nel caso si proceda ad un nuovo acquisto, privilegiare una caldaia a condensazione.
  • Controllare i termosifoni all’inizio della stagione fredda, per eliminare eventuali residui di aria.
  • Non ricoprire i termosifoni con mobili o altri elementi di arredo, per permettere la massima diffusione del calore.
  • Operare i controlli di legge alla caldaia una volta all’anno.
  • Chiudere sempre porte e finestre dei locali che si intende riscaldare.